GAZZOLA SNC DI GAZZOLA FERDINANDO, STEFANO & C.

 
 
 
 
 
 
 
Comune:
Castello di Godego
 

OGGETTO: Procedimento ai sensi dell'art. 27 bis, del D.Lgs. 152/06 s.m.i.

Attività di recupero rifiuti inerti non pericolosi su ex discarica di cat. 2^ - tipo A, in Comune di Castello di Godego (TV).

Comune interessato: Castello di Godego.

 

PROCEDURA AUTORIZZATORIA UNICA di Valutazione di lmpatto Ambientale, Valutazione lncidenza Ambientale, Autorizzazione unica per gli impianti di recupero dei rifiuti con Variante urbanistica e Permesso edilizio con autorizzazione paesaggistica ai sensi degli artt. 27 bis e 208 del D.Lgs. 152/2006 e art.11 L.R. 4/2016 relativa alla

 

ATTIVITA' DI RECUPERO RIFIUTI INERTI NON PERICOLOSI, IN PROCEDURA ORDINARIA, Al SENSI EX ART.LO N” 208, D.LGS. N° 152/2006, SU EX DISCARICA DI 2^ CAT. TIPO “A” DENOMINATA “SACE” SISTEMATA CON D.D.P. N. 721/2004 DEL 24/08/2004

 

Avviso di deposito e pubblicità (art. 23-24 D.Lgs. 152/2006 - art. 14 L.R. 4/2016 – art. 18 L.R. 11/2004)

 

Soggetto proponente:

La Società GAZZOLA s.n.c., con sede in Comune di Castelfranco Veneto (TV), via Brenta n. 175 e sede operativa in Comune di Castello di Godego (TV), via Pagnana presso ex- cava Sace

 

Descrizione sommaria del progetto:

ll progetto consiste nella richiesta di autorizzazione di un impianto di recupero di rifiuti non pericolosi in procedura ordinaria (ex art.|o n.208 D.Lgs. n. 152/2006) mediante selezione cernita ed adeguamento volumetrico di rifiuti contemplati nel decreto ministeriale 5 febbraio 1998 smi.

L'impianto è da realizzarsi ne+’ex cava di ghiaia denominata “SACE” (con materiale estratto del gruppo art. 3 ex L.R. n.44/82) ubicata in via Pagnana, nel comune di Castello di Godego, catastalmente censita al Fg.12, mappali n. 274, 275, 276, 277 e 279 di totali mq 31.888, sistemata ai sensi del D.D.P. n.721/2004 del 24/08/2004, e, più precisamente, sul mappale n. 279 di superficie 7.340 m2.

Operazioni svolte ai sensi degli allegati B e C, parte IV D.Lgs. 03.04.2006, n. 152

Presso l'impianto sono svolte le seguenti operazioni:

R5 Riciclo/recupero di altre sostanze inorganiche;

R12 Scambio di rifiuti per sottoporli a una delle operazioni indicate da R1 a R11;

R13 Messa in riserva di rifiuti per sottoporli a una delle operazioni indicate nei punti da R1 a R12 (escluso il deposito temporaneo, prima della raccolta, nel luogo in cui sono prodotti).

Potenzialità dell'impianto

Capacità di stoccaggio massima: 10.000 ton;

Quantitativo massimo trattabile giornaliero: 750 ton/giorno;

Quantitativo massimo trattabile annuale: 120.000 ton/anno;

 

APPARTENENZA CATEGORIA D.LGS. 152/2006

L'allegat0 IV “Progetti sottoposti alla Verifica di assoggettabilità di competenza delle regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano” della parte ll del D.Lgs 152/06 e s.m.i. specifica le opere soggette a verifica di assoggettabilità alla Valutazione di lmpatto Ambientale.

ll progetto RICADE fra le categorie d’intervento elencate da sottoporre alla procedura di

verifica di assoggettabilità alla V.I.A. ed, in particolare, nella seguente tipologia

7. progetti di infrastrutture

z.b) lmpianti di smaltimento e recupero di rifiuti non pericolosi, con capacità complessiva superiore a 10 tlgiorno, mediante operazioni di cui all'allegato C, lettere da R1 a R9, della parte quarta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

 

Considerato il contesto di ex cava restituita al piano campagna mediante l'interramento controllato con rifiuti inerti e la necessita di variante urbanistica ai sensi dell'art 208 del decreto legislativo 152/06 smi, si è optato per la procedura di VIA tout court.

 

Localizzazione dell'intervento:

L‘area interessata dall'intervento è ubicata in comune di Castello di Godego, in via Pagnana — ex cava Sace.

 

Descrizione della variante urbanistica:

L’area oggetto di intervento ricade in zona agricola destinata all'attività di cava portata a piano campagna con interramento controllato di rifiuti inerti e, pertanto, risulta non compatibile con la destinazione d‘uso proposta.

L’approvazione del progetto, pertanto, ai sensi de+’art. 208, comma 6, del D.Lgs n. 152/2006 e della L.R. n. 3/2000 costituisce variante allo strumento urbanistico per il periodo dell'esercizio dell'impianto.

Alla dismissione dell’attività l'area tornerà alla destinazione agricola prevista dallo strumento urbanistico attuale.

La documentazione contiene gli elaborati specifici per la variante urbanistica ingenerata dal progetto e che il Comune di Castello di Godego voglia assumere.

La proposta di progetto è corredata da apposita Dichiarazione di Non Necessita VIncA, ai sensi della normativa nazionale e regionale.

 

Lo Studio di lmpatto Ambientale, la Sintesi Non Tecnica e gli elaborati allegati sono disponibili, ai sensi dell’art. 24 del D.Lgs.152/2006, per la pubblica consultazione, presso il sito web della Provincia di Treviso:

 

L'ufficio presso cui è possibile prendere visione degli atti è l'Ufficio Valutazione lmpatto Ambientale — Via Cal di Breda, 116 — 31100 Treviso — tel 0422656895 — fax 0422656874 – mail: valutazioneimpattoambientale@provincia.treviso.it.

 

Osservazioni:

Eventuali osservazioni per il procedimento in oggetto, esclusivamente in forma scritta, dovranno essere inviate l’ufficio provinciale in cui è avvenuto il deposito (all'indirizzo sottostante) entro:

- 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso (art. 18 L.R. 11/2004), per la VARIANTE URBANISTICA, da inviare anche all'ufficio Urbanistica del Comune di Castello di Godego (protocollo.comune.casteIIodigodeqo.tv@pecveneto.it)

- 60 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso, presso l‘ufficio provinciale in cui è avvenuto il deposito, indirizzandole a:

Provincia di Treviso — Settore Ambiente e Pianificazione territoriale, Ufficio Valutazione lmpatto Ambientale, via Cal di Breda 116 — 31100 TV o al seguente indirizzo PEC: protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it

 

LA PRESENTAZIONE PUBBLICA DEL PROGETTO E DEL SIA, PREVISTA DALLA L.R. N. 4/2016, AVVERRA' A CASTELLO DI GODEGO (TV) IN DATA 26.02.2020, ALLE ORE 20:30 PRESSO LA SALA DI BARCHESSA FOSCARINI, IN P.ZA 11 FEBBRAIO — CASTELLO DI GODEGO

 

 

 

 

Ai sensi dell'art. 27 bis comma 4, D.Lgs. 152/06, si dà notizia della presentazione della domanda in oggetto.

 

 

PROCEDURA AUTORIZZATORIA UNICA di Valutazione di lmpatto Ambientale, Valutazione lncidenza Ambientale, Autorizzazione unica per gli impianti di recupero dei rifiuti con Variante urbanistica e Permesso edilizio con autorizzazione paesaggistica ai sensi degli artt. 27 bis e 208 del D.Lgs. 152/2006 e art.11 L.R. 4/2016 relativa alla ATTIVITA DI RECUPERO RIFIUTI INERTI NON PERICOLOSI, IN PROCEDURA ORDINARIA, Al SENSI EX ART.LO N° 208, D.LGS. N° 152/2006, SU EX DISCARICA DI 2^ CAT. TIPO “A” DENOMINATA “SACE” SISTEMATA CON D.D.P. N. 721/2004 DEL 24/08/2004

Avviso di deposito e pubblicità (art. 23-24 D.Lgs. 152/2006 - art. 14 L.R. 4/2016 – art. 18 L.R. 11/2004)

Soggetto proponente: La Società GAZZOLA s.n.c., con sede in Comune di Castelfranco Veneto (TV), via Brenta n. 175 e sede operativa in Comune di Castello di Godego (TV), via Pagnana presso ex- cava Sace

Descrizione sommaria del progetto: ll progetto consiste nella richiesta di autorizzazione di un impianto di recupero di rifiuti non pericolosi in procedura ordinaria (ex art.lo n.208 D.Lgs. n. 152/2006) mediante selezione cernita ed adeguamento volumetrico di rifiuti contemplati nel decreto ministeriale 5 febbraio 1998 smi. L'impianto è da realizzarsi nell'ex cava di ghiaia denominata “SACE” (con materiale estratto del gruppo art. 3 ex L.R. n.44/82) ubicata in via Pagnana, nel comune di Castello di Godego, catastalmente censita al Fg.12, mappali n. 274, 275, 276, 277 e 279 di totali mq 31.888, sistemata ai sensi del D.D.P. n.721/2004 del 24/08/2004, e, più precisamente, sul mappale n. 279 di superficie 7.340 m2.

Operazioni svolte ai sensi degli allegati B e C. parte IV D.Lgs. 03.04.2006, n. 152 Presso |'impianto sono svolte le seguenti operazioni:

R5 Riciclo/recupero di altre sostanze inorganiche

R13 Messa in riserva di rifiuti per sottoporli a una delle operazioni indicate nei punti da R1 a R12 (escluso il deposito temporaneo, prima della raccolta, nel luogo in cui sono prodotti)

 

Potenzialità dell'impianto Capacità di stoccaggio massima: 6.000 ton Quantitativo massimo trattabile giornaliero: 750 ton/giorno Quantitativo massimo trattabile annuale: 80.000 ton/anno

 

APPARTENENZA CATEGORIA D.LGS. 152/2006 L'allegato IV “Progetti sottoposti alla Verifica di assoggettabilità di competenza delle regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano” della parte ll del D.Lgs 152/06 e s.m.i. specifica le opere soggette a verifica di assoggettabilità alla Valutazione di lmpatto Ambientale. ll progetto RICADE fra le categorie d'intervento elencate da sottoporre alla procedura di verifica di assoggettabilità alla V.I.A. ed, in particolare, nella seguente tipologia

7. progetti di infrastrutture

z.b) lmpianti di smaltimento e recupero di rifiuti non pericolosi, con capacità complessiva superiore a 10 t/giorno, mediante operazioni di cui all'allegato C, lettere da R1 a R9, della parte quarta del decreto legislative 3 aprile 2006, n. 152.

Considerato il contesto di ex cava restituita al piano campagna mediante l'interramento controllato con rifiuti inerti e la necessita di variante urbanistica ai sensi dell'art 208 del decreto leqislativo 152/06 smi. si è optato per la procedura di VIA tout court.

Localizzazione dell'intervento: L'area interessata dall'intervento è ubicata in comune di Castello di Godego, in via Pagnana - ex cava Sace.

Descrizione della variante urbanistica: L'area oggetto di intervento ricade in zona agricola destinata all'attività di cava portata a piano campagna con interramento controllato di rifiuti inerti e, pertanto, risulta non compatibile con la destinazione d'uso proposta. L'approvazione del progetto, pertanto, ai sensi dell'art. 208, comma 6, del D.Lgs n. 152/2006 e della L.R. n. 3/2000 costituisce variante allo strumento urbanistico per il periodo dell'esercizio dell'impianto. Alla dismissione dell'attività l'area tornera alla destinazione aqricola prevista dallo strumento urbanistico attuale. La documentazione contiene gli elaborati specifici per la variante urbanistica ingenerata dal progetto e che il Comune di Castello di Godego voglia assumere. La proposta di progetto è corredata da apposita Dichiarazione di Non Necessita VIncA, ai sensi della normativa nazionale e regionale. Lo Studio di lmpatto Ambientale, la Sintesi Non Tecnica e gli elaborati allegati sono disponibili, ai sensi dell'art. 24 del D.Lgs.152/2006, per la pubblica consultazione, presso il sito web della Provincia di Treviso: http://ecologia.provincia.treviso.it/Engine/RAServePG.php/P/568410190300/M/529810190303/T/GAZZOLA-SNC-DI-GAZZOLA-FERDINANDO-STEFANO-C

L'ufficio presso cui è possibile prendere visione degli atti è l'Ufficio Valutazione lmpatto Ambientale - Via Cal di Breda, 116 - 31100 Treviso - tel 0422656895 - fax 0422656874 – mail: valutazioneimpattoambientale@provincia.treviso.it.

Osservazioni: Eventuali osservazioni per il procedimento in oggetto, esclusivamente in forma scritta, dovranno essere inviate all'ufficio provinciale in cui è avvenuto il deposito (all'indirizzo sottostante) entro:

- 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso (art. 18 L.R. 11/2004), per la VARIANTE URBANISTICA, da inviare anche all'uffïcio Urbanistica del Comune di Castello di Godego ( protocoIIo.comune.castellodigodego.tv@pecveneto.it )

- 60 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso, presso l'ufficio provinciale in cui è avvenuto il deposito, indirizzandole a:


Provincia di Treviso - Settore Ambiente e Pianificazione territoriale, Ufficio Valutazione lmpatto Ambientale, via Cal di Breda 116 - 31100 TV o al seguente indirizzo PEC: protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it


LA PRESENTAZIONE PUBBLICA DEL PROGETTO E DEL SIA, PREVISTA DALLA L.R. N. 4/2016, AVVERRÀ IN VIA TELEMATICA IL GIORNO 26.06.2020 ALLE ORE 18.00. IL LINK DI ACCESSO ALLA RIUNIONE: https://us02web.zoom.us/j/71325168737

 

Castello di Godego, Ii 08/06/2020

 

 

 

 

Eventuali osservazioni, esclusivamente in forma scritta, dovranno essere inviate entro 60 gg., dalla pubblicazione di avvenuto deposito sul sito WEB, presso la Provincia di Treviso - Settore Ambiente e Pianificazione Territoriale - Ufficio Valutazione Impatto Ambientale, Via Cal di Breda, 116 - 31100 Treviso.

 

 

 

 

Ai sensi dell'art. 27 bis comma 4, D.Lgs. 152/2006, si dà notizia della presentazione della domanda in oggetto.

 

Per richiedere copia della documentazione disponibile in CD-Rom, utilizzare il modulo scaricabile di "Accesso agli atti" predisposto dall'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP).

 

 

 
 

 

 

 
Galleria fotografica  
 
Documentazione  
Documentazione Scaricabile
 
Link Utili  
Servizi per il cittadino

Responsabile del Settore:

Simone Busoni

Tel: (+39) 0422 656759

Scrivi a Simone Busoni